"L'abito non fa il monaco" .... ma una buona idea, forse sì

07 Aprile 2017


Vinitaly 2017 - Nuova immagine per il Nebbiolo delle Alpi 
Biodiversità, sintonia con la natura, Millennials e nuovi linguaggi


Il mondo del vino è in dinamico movimento e, per questo, i grandi temi del futuro saranno quelli intrecciati con la sostenibilità ambientale, economica e produttiva.
Questi, alcuni degli argomenti centrali anche a Vinitaly 2017 che, si prospetta come un’edizione ricca di novità e molto partecipata dagli operatori e dai buyer esteri. 
La Valtellina enologica dopo aver lavorato tanti anni per ottenere una grande qualità globale, si pone oggi in primo piano nel presentare la biodiversità dei propri vini ricchi di personalità, di freschezza e di originale finezza.

Il merito è di un territorio unico, in grado di valorizzare al meglio un vitigno come il nebbiolo, coltivato con il massimo della naturalità sopra gli spettacolari terrazzamenti della Valtellina. Una Valtellina enologica, quindi, "nel posto giusto, al momento giusto", capace di generare vini complessi, ma non complicati, molto apprezzati dagli esperti del settore, ma che sono graditi, piacevolmente, anche dai consumatori contemporanei e del futuro.

E’ proprio mettendo in connessione il passato con il futuro, la memoria con la ricerca, il territorio locale con la situazione globale, che rivolgiamo le nostre nuove visioni e i nostri vini ai consum/autori più sensibili e, perché no, al mondo dei millennials.
Vinitaly 2017, può diventare un’occasione per trasmettere un’immagine di “Valtellina Wine” in sintonia con la contemporaneità e con la voglia di far sapere, con creatività e, magari anche sorprendendo, che il territorio, la sua cultura enologica, le Cantine in generale, sono in costante e virtuosa crescita.

Da questa consapevolezza nasce, quindi, l’idea comunicazionale e grafica di un innovativo Stand 2017 dei Vini di Valtellina, progettato e realizzato dal Consorzio, presso il padiglione Lombardia di Vinitaly, a Verona (stand abcd1).

Uno stand simbolicamente interattivo e versatile, che indossa, per l’occasione, un vestito nuovo e fantasioso che, pur rimanendo dinamicamente fedele a uno stile fine ed elegante, è comunque rappresentativo dell'immagine unica e definita di un paesaggio raffigurato dalle vigne di montagna. Un messaggio coraggioso e lungimirante, fuori dagli schemi, che vuole prima di tutto emozionare il pubblico e raccontare che la Valtellina è giovane, la Valtellina è natura, ma è anche fantasia, è tradizione in movimento, è inclusiva identità. Perché la Valtellina del vino è certamente classica, ma aperta all’innovazione, è favorevole all’ibridazione e soprattutto capace di essere pop, esclusivamente per tutti, “nel posto giusto, al momento giusto”, con vini unici e, in particolare giusti.

Pertanto, l’obiettivo finale di questa vera e propria azione di comunicazione globale, anche attraverso un “abito nuovo”, è quello d’intrecciare e connettere il meglio del nostro passato nel futuro, con linguaggi, parole e colori vivaci dichiaratamente attrattivi, rappresentativi di una storia e di un’aggiornata narrazione.
Quella della Valtellina del futuro e del suo Nebbiolo delle Alpi.

Consorzio di Tutela Vini di Valtellina
Via Piazzi, 23 – 23100 Sondrio
Tel. +39 0342 200871 – Fax +39 0342 358706
info@consorziovinivaltellina.com